Home
Contatti e Link
Ordina
Informazioni generali
Informazioni sulle sostanze
     
Sostanze
Le droghe solanacee vengono consumate per lo più in modo rituale. Spesso si tratta di preparati o di miscele di stramonio (datura stramonium), datura ‘trombe d'angelo' (brugmansia datura suaveolens), giusquiamo e belladonna (atropa belladonna). I principi attivi più importanti sono la scopolamina, l'iosciamina e l'atropina.
Modalità di consumo: le piante vengono mangiate fresche o essiccate, bevute come tisane, preparate come unguenti o pomate, oppure fumate.
Dosaggio: le droghe solanacee sono molto difficili da dosare a causa delle variazioni naturali della concentrazione di principi attivi.
Effetti
Gli effetti dipendono strettamente dall'ambiente (setting) e dal dosaggio. L'ebbrezza può essere leggermente narcotica ed espandere la coscienza. Essa può distorcere le capacità percettive fino ad una totale perdita di controllo e del senso della realtà. A differenza di altri psichedelici, le allucinazioni sono talmente intense da apparire assolutamente reali. E' possibile che, in casi estremi, una persona sotto l'effetto di queste droghe veda persone che non sono presenti e parli con loro o che abbia allucinazioni visive di oggetti.
Inizio degli effetti: per assunzione orale dopo 30–45 min.
Durata degli effetti: a seconda del dosaggio e della forma di consumo, da 5 ore a 10 giorni (!).
Rischi ed effetti collaterali
Gli effetti collaterali consueti sono dilatazione delle pupille (a volte estrema e della durata di diversi giorni), prurito alla pelle e forte secchezza delle mucose. Spesso le scritte non possono essere decifrate per alcuni giorni e ciò può provocare reazioni di panico. Inoltre gli occhi diventano estremamente sensibili alla luce. Altri effetti collaterali possibili sono: vertigini, capogiri, cecità temporanea, follia. Ad alti dosaggi: vuoti di memoria, convulsioni e problemi di respirazione.
La soglia tra la dose con effetto psichedelico e quella tossica o mortale è molto difficile da individuare e, a causa delle variazioni della concentrazione delle sostanze attive, il rischio d'avvelenamento è molto alto. In caso di sovradosaggio, può verificarsi la morte per paralisi respiratoria.
Rischi a lungo termine: non sono stati analizzati.
Safer Use
• L'utilizzo di droghe solanacee è fortemente sconsigliato ai consumatori inesperti.
• Modalità di consumo a basso rischio sono il fumo – iniziare con minuscole dosi e avvicinarsi lentamente alla dose tollerata – e l'applicazione di pomate/unguenti. Preferibilmente usare la pomata gradualmente così da avvicinarsi lentamente al dosaggio tollerato. Nel caso siano assunte per più giorni, gli effetti si sommano se non si fanno pause sufficientemente lunghe fra un consumo e l'altro.
• Prima del consumo, mangiare in modo leggero e durante il trip bere in abbondanza (preferibilmente del tè).
• Spesso occorre molto tempo prima che inizino gli effetti. Il consumatore potrebbe quindi pensare di assumere una seconda dose. In questi casi, succede però che agli effetti dell'ebbrezza della prima dose si sommino quella della seconda, con possibili conseguenze mortali!
• Si consiglia di reagire con calma a eventuali disturbi provocati dall'assunzione di droghe solanacee: parlare, abbassare il volume della musica, cercare il contatto fisico ecc. Nel caso di eccessi di agitazione di sintomi di paralisi respiratoria (labbra blu, respirazione convulsa e pesante), chiamare subito un medico o l'ambulanza (tel. 144).
• Se soffri di malattie fisiche o psichiche, rinuncia assolutamente al consumo di droghe solanacee.
Policonsumo
2C-B • 2C-I
Alcol
Canapa
Cocaina
DMT
DOM • DOI • DOB
Ecstasy
Efedrina • Caffeina
Eroina
Gaz esilarante • Popper
GHB • GBL
Ketamina
LSD
MDA • MDEA • MBDB
Medicamenti
Mescalina
Metamfetamina
Metcatinone
Psilocibina
Research Chemicals
Droghe solanacee
Speed
Tabacco (Nicotina)
Spacciate per ...
Sex, Drugs and Risks
Cosa fare in caso
di problemi?