Home
Contatti e Link
Ordina
Informazioni generali
Informazioni sulle sostanze
     
Sostanza
La psilocibila è il principio dei funghi allucinogeni usati sin da tempi antichissimi come rimedi curativi e psichedelici. Le varietà più conosciute sono: la psilocybe semilanceata (dal cappello conico e appuntito, famiglia delle Strophariaceae), il «messicano» (psilocybe cubensis) e «l'hawaiano» (panaeolus cynescens).
Aspetto: funghi freschi o secchi; la psilocibina sintetica (pura) si presenta come polvere bianca.
Modalità di consumo: mangiati, bevuti come infusi, raramente fumati (gli effetti sono meno intensi!).
Dosaggio: il contenuto di sostanza attiva presente nei funghi è soggetto a forti variazioni. Dosaggi medi per funghi secchi*:
psilocybe semilanceata
leggero 0,5–0,8 gda medio a forte 1,0–max. 2 g
hawaiano
leggero 0,3–0,5 gda medio a forte 0,5–max. 2 g
messicano
leggero 0,5–1,5 gda medio a forte 1,5–max. 5 g
*nel caso di funghi freschi decuplicare il dosaggio
Effetti
Basso dosaggio: effetto eccitante e corroborante.
Dosaggio medio: leggermente allucinogeno, stimola la fantasia.
Dosaggio elevato: fortemente allucinogeno e psichedelico. L'ambiente circostante è spesso percepito come in un sogno;
immersioni visionarie in mondi insoliti, profonda comprensione di sé, forte senso di unione con la natura.
Inizio degli effetti: mediamente dopo circa 30 min.
Durata degli effetti: 3–6 ore, a seconda del tipo e del preparato.
Rischi ed effetti collaterali
Dilatazione delle pupille, alterazione del ritmo cardiaco e della pressione sanguigna, aumento della temperatura corporea (sudorazione); possono inoltre insorgere difficoltà di respirazione, palpitazioni e aumenti del battito cardiaco. Occasionalmente possono sopraggiungere episodi di nausea, disturbi dell'equilibrio, percezioni alterate dello spazio e del tempo, stati confusionali e di paura. In presenza di forti stimoli esterni possono verificarsi attacchi di panico. Il consumo di psilocibina può far emergere disturbi psichici latenti (preesistenti ma nascosti).
Rischi a lungo termine: sconosciuti.
Se si raccolgono i funghi direttamente in natura, esiste il pericolo di confonderli con altre varietà mortali!
Safer Use
• Consuma i funghi solo se hai dormito abbastanza e se sei in buone condizioni di salute psichica e fisica (set).
• Non mangiare i funghi da solo, ma in presenza di una persona esperta di tua fiducia.
• Cura il setting. E' importante che l'ambiente sia privo di stress (l'ideale sarebbe nella natura). I funghi non sono una droga da party.
• Mangia preferibilmente i funghi a stomaco vuoto, possibilmente a digiuno da 6–8 ore, per evitare nausea e altri effetti collaterali spiacevoli.
• Mastica bene!
• Usa se possibile funghi secchi; lava bene i funghi crudi prima di consumarli.
• Se dovessero insorgere momenti critici durante il viaggio, lasciati andare, non cercare di lottare contro l'effetto dei funghi.
• Rinuncia al policonsumo, non consumare mai i funghi in combinazione con alcol o medicamenti.
• Evita le strade e altri luoghi «pericolosi», la tua capacità di orientamento può risultare disturbata.
• In caso di attacchi di panico o bad trip: vedi le informazioni generali alla voce «in caso di emergenza».
• Dopo il trip, concediti, per lo meno durante la giornata successiva, prolungati momenti di calma e riposo per poter elaborare l'esperienza.
Policonsumo
2C-B • 2C-I
Alcol
Canapa
Cocaina
DMT
DOM • DOI • DOB
Ecstasy
Efedrina • Caffeina
Eroina
Gaz esilarante • Popper
GHB • GBL
Ketamina
LSD
MDA • MDEA • MBDB
Medicamenti
Mescalina
Metamfetamina
Metcatinone
Psilocibina
Research Chemicals
Droghe solanacee
Speed
Tabacco (Nicotina)
Spacciate per ...
Sex, Drugs and Risks
Cosa fare in caso
di problemi?