Home
Contatti e Link
Ordina
Informazioni generali
Informazioni sulle sostanze
     
Sostanza
La metamfetamina (metamfetamina idrocloride) è uno stimolante sintetico.
Aspetto: pillole (yaba, pillole thai, Pervitin®), polvere cristallina («crystal», «ice», «pico») o cristalli (meth).
Modalità di consumo: la metamfetamina s'ingerisce (modalità di consumo per ridurre i rischi), si sniffa e più raramente si fuma o si inietta.
Dosaggi: tra 2 e 25 mg, secondo la purezza.
Effetti
Produzione di noradrenalina (stimolante prodotto dall'organismo) e di dopamina che, secrete simultaneamente, aumentano la fiducia in sé stessi. Poiché la metamfetamina raggiunge più velocemente il cervello dell'anfetamina e poiché l'effetto eccitante è più intenso, causa uno stato di «ebbrezza» più forte e ha un potenziale di dipendenza più elevato rispetto alle anfetamine. La temperatura corporea aumenta, il polso e la respirazione accelerano, così come la pressione sanguigna. Diminuiscono lo stimolo della fame e la sensazione di fatica. Aumentano la fiducia in sé stessi, la propensione al rischio, l'insensibilità al dolore, il nervosismo e la necessità di parlare. La metamfetamina ha un effetto disinibitorio tanto da essere utilizzata come «droga da stupro».
Inizio degli effetti: se sniffata dopo 1020 minuti. Se ingerita
dopo 3045 minuti. Se fumata, dopo pochi secondi.
Durata degli effetti: da 6 a 30 (!) ore. L'effetto può facilmente protrarsi oltre le 24 ore. La metamfetamina è infatti una sostanza difficile da eliminare dall'organismo.
Rischi ed effetti collaterali
In certi casi è praticamente impossibile distinguere la metamfetamina dalle anfetamine. Gli effetti delle anfetamine sono tuttavia più blandi. Gli effetti collaterali a breve termine sono: tensione delle mandibole, bocca secca, aumento della temperatura, disidratazione, accelerazione cardiaca, aumento della pressione sanguigna, tremori diffusi, irritabilità e aggressività (soprattutto in combinazione con l'alcol).
Rischi a lungo termine: La metamfetamina è una sostanza con un forte potenziale dipendenza con sintomi psichici e fisici. Il consumo regolare può provocare aggressività, depressione, insensibilità emotiva e astinenza. Si verificano inoltre stati d'agitazione permanenti, insonnia, problemi circolatori e stati paranoici che sfociano in una «psicosi da anfetamine». Comuni sono anche la perdita di peso, infiammazioni della pelle, dete rioramento dei denti, crampi e dolori allo stomaco e, nelle donne, perdita di regolarità del ciclo. Sniffare danneggia le mucose nasali e se ingerita la metamfetamina rovina le mucose dello stomaco. Il consumo cronico può portare ad emorragie cerebrali e ad attacchi apoplettici con conseguente paralisi.
È dimostrato che il consumo di metamfetamina (in particolare in combinazione con MDMA) provoca danni irreversibili al cervello.
Safer Use
• Dosa la metamfetamina con prudenza. Si tratta di una sostanza estremamente potente!
• In caso di uso frequente prendi vitamine C e D e dei sali minerali (ferro, calcio e magnesio).
• Dopo il consumo, mangia a sufficienza per prevenire la perdita di peso.
• Bevi in abbondanza (bevande analcoliche).
• Ricordati le regole del «Safer Sniffing».
• Rinuncia al policonsumo!
• Ricordati di prendere delle pause nelle quali non fai uso di metamfetamine.
• Le persone che soffrono di malattie fisiche, d'ipertensione, di malattie del fegato e dei reni, i diabetici e le donne incinta dovrebbero evitare il consumo di questa sostanza.
• Non indossare nessun copricapo per ridurre il rischio di surriscaldamento!
Policonsumo
2C-B • 2C-I
Alcol
Canapa
Cocaina
DMT
DOM • DOI • DOB
Ecstasy
Efedrina • Caffeina
Eroina
Gaz esilarante • Popper
GHB • GBL
Ketamina
LSD
MDA • MDEA • MBDB
Medicamenti
Mescalina
Metamfetamina
Metcatinone
Psilocibina
Research Chemicals
Droghe solanacee
Speed
Tabacco (Nicotina)
Spacciate per ...
Sex, Drugs and Risks
Cosa fare in caso
di problemi?