Home
Contatti e Link
Ordina
Informazioni generali
Informazioni sulle sostanze
     
Sostanza
L'eroina (nome chimico: diacetilmorfina) appartiene al gruppo degli oppiacei ed è fabbricata a partire dall'oppio grezzo, una sostanza estratta dal papavero.
Aspetto: polvere bianca, color crema o beige.
Modalità di consumo: l'eroina è più spesso iniettata e più raramente fumata (nella metà degli anni novanta andava di moda fumarla su un foglio d'alluminio). Può anche essere sniffata. Il mix di eroina e cocaina si chiama «speedball».
Dosaggio: i dosaggi dipendono dalla tolleranza individuale alla sostanza e dalla purezza della stessa. La dose mortale per persone intolleranti all'eroina è di 60 mg!
Effetti
Calma il dolore, tranquillizza, elimina l'ansia e rende euforici. L'euforia iniziale è seguita da uno stato di benessere e sensazioni d'indifferenza, tranquillità e soddisfazione.
Inizio degli effetti: se iniettata o inalata, dopo 10 secondi circa, se sniffata, dopo qualche minuto.
Durata degli effetti: 25 ore, a seconda della dose e della qualità della sostanza.
Rischi ed effetti collaterali
Rallentamento della respirazione, nausea, vomito, prurito, abbassamento della pressione, rallentamento del polso,
restringimento delle pupille e problemi alle vie urinarie. Tra gli altri effetti collaterali di un consumo regolare, si possono citare: confusione, disorientamento, problemi di memoria, inespressività, problemi di coordinazione, costipa zione, assenza di desiderio sessuale e riduzione potenzialmente mortale del ritmo respiratorio (24 inspirazioni al minuto). Senza un intervento medico tempestivo, un'overdose può essere mortale!
Rischi a lungo termine: il rischio di dipendenza, con sintomi fisici e psichici, è elevato. Dopo lo sviluppo di una dipendenza, se l'organismo non riceve una quantità sufficiente di eroina, i sintomi di astinenza si manifestano dopo 812 ore dall'ultima assunzione. I sintomi di astinenza sono: sudorazione, brividi, lacrimazione, vomito, diarrea, agitazione, irritabilità, debolezza, ansia, stati depressivi, crampi dolorosi, insonnia e, più raramente, allucinazioni, manifestazioni psicotiche e convulsioni.
Rischi legati alla modalità di consumo:
Sniffata danni alle pareti e alle mucose nasali, rischio d'infezione (epatite C).
Fumata danni ai bronchi e ai polmoni (legati al consumo quotidiano).
Iniettata infiammazione delle vene (flebite) e rischio di contrarre malattie infettive (epatite C, HIV/AIDS, funghi). Le impurità contenute nell'eroina possono danneggiare gli organi interni.
Safer Use
• Utilizza sempre il tuo materiale di iniezione (aghi, filtri e cucchiai).
• Se sniffi, ricordati delle regole del «Safer Sniffing».
• Evita di mischiare l'eroina con altre sostanze. Gli effetti che ne derivano possono essere imprevedibili e fanno aumentare i rischi! Ricordati che se l'eroina viene assunta con altri «downer» (per esempio, benzodiazepine), si possono verificare gravi difficoltà respiratorie.
• Il rischio di overdose è particolarmente elevato soprattutto dopo lunghe pause di consumo e nel caso di sostanze non pure (tagliate male).
• Evita di consumare da solo e in un ambiente non familiare.

Metadone: È un oppiaceo sintetico che viene utilizzato come mezzo sostitutivo nella terapia della dipendenza dall'eroina. Per persone che non sono abituate alla sostanza, il metadone può essere letale anche a piccole dosi (depressioni respiratorie gravi, pericolo di soffocamento).
Policonsumo
2C-B • 2C-I
Alcol
Canapa
Cocaina
DMT
DOM • DOI • DOB
Ecstasy
Efedrina • Caffeina
Eroina
Gaz esilarante • Popper
GHB • GBL
Ketamina
LSD
MDA • MDEA • MBDB
Medicamenti
Mescalina
Metamfetamina
Metcatinone
Psilocibina
Research Chemicals
Droghe solanacee
Speed
Tabacco (Nicotina)
Spacciate per ...
Sex, Drugs and Risks
Cosa fare in caso
di problemi?